Alluvione

Oggi voglio condividere alcune immagini, prese dalle pagine del sito http://iltirreno.gelocal.it
alluvione1

alluvione3

Recentemente ho visto (come di sicuro voi) molte immagini simili a queste (Genova vale Carrara… ed è solo acqua, fango, auto travolte, case rovinate…). Queste però mi colpiscono particolarmente, perchè riguardano un luogo che conosco, vie che percorro, negozi che frequento, abitazioni che vedo, persone con cui mi intrattengo tutte le volte che, lasciando la Pianura Padana, scendo verso il mare.
Ogni volta che si verifica un’alluvione mi chiedo se davvero non ci sia nulla che si possa fare, se c’entrano l’incuria del territorio e il modo in cui si costruisce, se realmente ci sono delle responsabilità o se è solo la Natura, forte molto più dell’Uomo, che scatena incurante i suoi elementi e, comunque ci si comportasse, poco cambierebbe.
Sono riflessioni ‘vere’, non polemica. Domande senza una reale risposta che lascio in questa ‘agorà’ del blog…

7 pensieri su “Alluvione

  1. A Milano, con l’esondazione del Seveso e del Lambro, a casa mia siamo rimasti senza luce per un giorno e l’acqua melmosa ha invaso piazze e strade e si è incanalata nei garage sotterranei. Da due settimane non faccio altro che estrarre acqua dal fondo della mia auto. Altrove, nelle vicinanze, cantine e garage hanno subito danni irreparabili.
    E’ l’incuria, bellezza!
    Nicola

    "Mi piace"

    • Caro Nicola, temo non si possa davvero dire diversamente. Anche perchè a Milano la situazione si ripete da decenni e a Carrara, col passare dei giorni, si è avuto modo di verificare che il lavoro all’argine non era stato assolutamente fatto come avrebbe dovuto. E’ l’incuria, l’imperizia e, ancor peggio, l’incosciente avidità che porta a “dirottare” i fondi stanziati per i necessari lavori (eseguiti come si dovrebbe) verso altre (più “amene” e più personali) destinazioni…
      …che tristezza…
      Simona

      "Mi piace"

  2. la forza della natura è sicuramente imprevedibile e forte,però molte città devastate da esondazioni come avviene ora non ci sono mai state.Pertanto si può attribuire in gran parte la responsabilità all’uomo.Esiste troppa incuria,incoscienza disonestà.Anche i lavori svolti nel 2007 a Carrara, mi chiedo :con che materiale sono stati eseguiti?Con quale capacità e criterio li hanno svolti?

    "Mi piace"

    • Ci sono di sicuro molte domande senza risposta, almeno per ora… Al momento resta solo tristezza per quello che è successo e un po’ (per qualcuno più colpito davvero parecchio) di lavoro da fare per rimettere a posto, pulire…

      "Mi piace"

  3. La situazione è allo sbando in un paese dove le parole prevenzione e manutenzione sono solo un costo sociale in tutti i settori. l’Idea è quella che è meglio ricostruire una città che mantenere gli argini di un fiume.

    "Mi piace"

    • Mi sono documentata poco sulla situazione idrogeologica in Italia e su cosa si stia o non si stia facendo, perciò non potrei dire, prove alla mano, se tu abbia del tutto ragione o meno. A ‘sensazione’ però concordo con te. L’impressione è proprio che si stia facendo poco o male e che se la forza della Natura non si può fermare, l’Uomo (saggio) potrebbe prevenire alcuni problemi, arginare almeno in parte i danni.
      L’argine che ha ceduto a Carrara, però, era praticamente nuovo, rifatto nel 2007 o giù di lì… Resta il fatto che dopo il crollo il torrente è sceso per 2-3 Km e ha invaso il vecchio centro storico di Marina di Carrara, allagando tutte le case, senza risparmiarne nemmeno una…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...